04.09.2018 Missioni Imprenditoriali per Start Up e PMI innovative italiane: New York (8-10 Ottobre 2018) e Dubai ( 19-21 Novembre 2018)

E' stata presentata a Milano l'agenda dei lavori delle due missioni imprenditoriali per imprese innovative italiane, che si terranno il prossimo autunno nelle aree caratterizzanti l'ecosistema dell'innovazione di New York e Dubai.

L'iniziativa, organizzata e promossa dallo studio internazionale Lunardi & Partners ( lunardiandpartners.com ) , ha come obiettivo consentire alle imprese partecipanti alla delegazione di presentare i propri prodotti, servizi e progetti, nell’ambito di due tra i più attivi ecosistemi internazionali dell’innovazione.

Nel corso della missione:

  1. verranno visitati i principali incubatori, acceleratori, contamination labs, campus e trade zones delle due aree, incontrando potenziali investitori, finanziatori ed imprese americane ed emiratine interessati ad instaurare collaborazioni, partnership ed alleanze strategiche con le imprese italiane;

  2. le imprese avranno numerose occasioni per esporre un proprio pitch ed organizzare meetings ed incontri one-to-one con le start up residents;

  3. verrà invitata una selezione di fondi, venture capitalists e angel investors, interessati a conoscere la delegazione italiana.

Le due missioni hanno lo scopo di accelerare il Processo di Internazionalizzazione delle imprese italiane, soprattutto se dotate di una strategia di innovazione e digitalizzazione dei propri prodotti e servizi.

Al fine di organizzare al meglio l’agenda definitiva dei lavori, le imprese interessate dovranno formalizzare la propria iscrizione entro il 24.09.2019, per la missione a New York, ed entro il 31.10.2018, per la missione a Dubai.

20.08.2018 Bonus investimenti in Pubblicità: al via la prenotazione

Dal 22.09 al 22.10.2018 è possibile inviare telematicamente all'Agenzia delle Entrate il modello relativo al cd. "bonus pubblicità", per le spese relative al 2017 e al 2018, rivolto alle imprese e ai professionisti che nel 2017 e/o nel 2018 hanno effettuato (o effettueranno) investimenti pubblicitari (anche online). L'agevolazione consiste in un credito d'imposta utilizzabile in compensazione di imposte, tramite modello F24, ed è pari al 75% dell'incremento dei costi sostenuti nell'anno per investimenti pubblicitari rispetto agli stessi costi dell'anno precedente. La percentuale sale al 90% per le micro-imprese, le PMI e le Start Up innovative.

18.07.2018 Tax free shopping con visto digitale: gestione solo telematica degli acquisti da extracomunitari

Definite le modalità tecniche e operative per l’attuazione dell’obbligo di emissione di fattura elettronica per il tax free shopping dal 1° settembre 2018. L’Agenzia delle Dogane in data 22.05.2018 ha diramato le disposizioni necessarie sia al rilascio del visto digitale sia alla interoperabilità con il Sistema di interscambio per la trasmissione dei dati delle fatture.

Nel dettaglio, in caso di apposizione del visto in un punto di uscita nazionale, la prova dell’uscita delle merci non è più fornita dal timbro apposto sul documento fiscale da parte della dogana di uscita, ma dal codice di visto digitale univoco generato da Otello 2.0. Mentre in caso di uscita dal territorio doganale dell’Unione europea attraverso un altro Stato membro, la prova di uscita delle merci è fornita dalla dogana estera secondo le modalità vigenti in tale Stato membro.

20.06.2018 Fondi europei per le imprese innovative

L’Unione Europea il 10 aprile u.s. ha annunciato che metterà a disposizione 410 ML euro provenienti da diverse fonti europee di spesa (tra le quali il programma H2020), volti a sostenere un programma finanziario per promuovere l’uso del capitale di rischio in Europa. Il piano del valore di 2,1 MD euro, dovrebbe stimolare investimenti per 6,5 MD euro, secondo l’esecutivo comunitario. L’iniziativa si iscrive nel quadro dell’unione dei mercati dei capitali. Il tentativo è di moltiplicare le diverse fonti di finanziamento alle imprese, a fronte di un venture capitalism meno sviluppato in Europa che negli Stati Uniti.

13.05.2018 Startup VISA

Pubblicate in questi giorni dal Ministero dello Sviluppo Economico le linee guida al programma “Italia Startup Visa” per incentivare gli imprenditori extrau UE ad avviare in Italia una start up innovativa in un settore legato alla tecnologia.

11.04.2018 Fascicolo doganale elettronico

Dal 1.05.2018 obbligatorio il documento di trasporto elettronico. Prosegue il raggiungimento della progressiva completa digitalizzazione della supply chain (tracciabilità della merce inoltrata nella catena logistica multimodale). Da tale data, diventa obbligatorio l’utilizzo del documento di trasporto elettronico (Fe – Fascicolo Elettronico), come dichiarazione in dogana, in sostituzione delle procedure semplificate aeree e marittime. 

Un’ulteriore impulso alla dematerializzazione dei processi aziendali.

26.03.2018 Investitori esteri

Dal 14.12.2017 è attivo un nuovo strumento per l'attrazione degli investimenti esteri: i cittadini non europei che intendono investire in assets strategici del nostro Paese possono richiedere al MISE un “visto” speciale per investitori attraverso la piattaforma “Investor Visa for Italy”. Tra le altre opzioni, l'investimento può essere effettuato nel capitale di rischio di imprese attive e operanti in Italia (soglia minima 1 ML di euro) o di startup innovative (in questo caso, la soglia minima scende a 500.000 euro).

​20.02.2018

Con la Circolare n. 102159 del 14.02.2018 pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) diventano finalmente operative le nuove procedure per accedere agli incentivi messi a disposizione da «Smart and Start» (lo strumento voluto dal MISE e gestito da Invitalia per supportare le start up innovative):

  1. allargamento del tetto a cinque anni di età (non più quattro) per le start up già costituite, e

  2. inclusione tra le spese agevolabili dei costi sostenuti per marketing, web marketing e marchi. 

Potranno accedere ai 99,7 milioni di euro ancora disponibili tutte le start up: quelle senior costituite da cinque anni ma anche le nuove, che a partire dalla domanda avranno 30 giorni di tempo (e non più 90) per inoltrare l’avvenuta iscrizione al Registro delle imprese. Le nuove agevolazioni riguarderanno le nuove domande, ma i criteri potranno essere estesi anche ai contratti di finanziamento già stipulati con Invitalia.

Subito operative anche le novità in materia di spese agevolabili. Oltre a impianti, hardware, software, progettazione, consulenze, collaudi, brevetti e licenze potranno essere finanziate anche le spese per i marchi e gli investimenti in marketing e web marketing, intese quali spese relative alla definizione della strategia di ingresso sul mercato e alle attività propedeutiche alla promozione dell’innovazione oggetto del programma di investimento. Tra queste sono incluse le spese di pubblicità e di promozione di carattere non ricorrente riconducibili a piani pluriennali finalizzati al lancio dell’innovazione.

Ulteriori semplificazioni sono poi previste sul fronte della rendicontazione: anche le fatture non quietanzate potranno essere rimborsate immediatamente, dietro fidejussione a favore di Invitalia, e dimostrate poi entro il termine di 45 giorni (in questo caso l’impresa dovrà aprire un conto corrente vincolato per la gestione dei movimenti).

 

10.02.2018 Bando Regione Veneto “Competitività dei sistemi produttivi”

Un importo complessivo di 11,5 ML di euro verrà assegnato dalla Regione Veneto attraverso un bando finalizzato a sostenere il riposizionamento competitivo delle Pmi della regione. Il sostegno, che dà attuazione all’Asse 3 “Competitività dei sistemi produttivi” del POR FESR 2014-2020 (Azione 3.3.1), sarà erogato sotto forma di contributo in conto capitale. I progetti dovranno riguardare lo sviluppo di percorsi di innovazione di processo e/o dell’organizzazione, quindi finalizzati al “riposizionamento competitivo” delle imprese operanti nelle filiere dei distretti industriali, nei settori delle reti innovative regionali e negli ambiti delle aggregazioni di imprese, da conseguire tramite l’attuazione di un piano di investimenti in attivi materiali e immateriali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese beneficiarie in linea con il modello “Industria 4.0”.

​31.01.2018 Voucher digitalizzazione

Dal giorno 16.01.2018 è possibile accedere al sito internet www.mise.gov.it per compilare, ma non spedire, la domanda per il voucher digitalizzazione, la quale potrà essere inviata telematicamente solo dalle ore 10.00 del prossimo 30 gennaio fino alle ore 17.00 del 09.02.2018.

Entro il 09.03.2018, il ministero pubblicherà un provvedimento cumulativo di prenotazione del voucher, su base regionale, contenente l'indicazione delle imprese e dell'importo dell'agevolazione prenotata (100 ML di euro di risorse disponibili). Solo da questo momento in poi (cioè dal 07.03.2018), le spese agevolate potranno essere sostenute. Il progetto dovrà essere ultimato entro il 07.09.2018, anche se il pagamento potrà avvenire successivamente e comunque entro 30 giorni dalla data di ultimazione del progetto (che viene individuata con la data dell'ultimo titolo di spesa ammissibile, cioè dell'ultima fattura). Entro 30 giorni dalla data dell'ultima fattura, poi, si dovrà presentare la richiesta di erogazione, con i documenti di spesa, gli estratti del conto corrente con i relativi pagamenti, le liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e dei servizi acquisiti, il resoconto sulla realizzazione del progetto e le coordinate bancarie del conto corrente sul quale è richiesto il versamento dell'importo del voucher.

Il bando prevede un contributo a fondo perduto, cosiddetto voucher, di un importo massimo di 10.000 euro, pari al 50% della spesa (l’importo massimo della spesa è di 20.000 euro), per l'acquisto di software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell'efficienza aziendale, la modernizzazione dell'organizzazione del lavoro, lo sviluppo di soluzioni di e-commerce, la connettività a banda larga e ultra larga, il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare e/o la formazione qualificata, nel campo Ict, del personale delle imprese beneficiarie risultante dal registro delle imprese o dal libro unico del lavoro.

20.01.2018

Super-ammortamento

Per gli acquisti di macchinari effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 si applica un super-ammortamento al 30% (anziché al 40% come per il 2017), a condizione che entro il 31.12.2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e almeno il 20% del costo di acquisizione sia stato pagato. Sono esclusi gli acquisti che beneficiano del super-ammortamento previsto dalla Legge di Bilancio 2017 o che hanno ad oggetto veicoli e mezzi di trasporto.

Iper-ammortamento

Viene esteso l'iper-ammortamento del 150% per gli investimenti in beni immateriali strumentali, introducendo una "clausola di salvaguardia" per cui se un bene soggetto a iper-ammortamento viene ceduto prima del termine del periodo dell'agevolazione, il beneficio fiscale può essere mantenuto purché si acquisti un nuovo bene con caratteristiche analoghe o superiori.

Per chi investe in beni 4.0 viene agevolato al 40% anche il software acquistato con estensione ai sistemi di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping nell’e-commerce, ai servizi digitali per la fruizione immersiva, ricostruzioni 3D e realtà aumentata e al software per la gestione delle logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività.

 

Sabatini-ter

La misura, che accorda un contributo in conto interesse sui finanziamenti riguardanti l'acquisto di beni strumentali, è prorogata fino a esaurimento delle risorse (precedentemente il termine era fissato al 31 dicembre 2018), e vengono stanziati ulteriori 330 ML di euro per i contributi a favore delle PMI.

 

Incentivi per la formazione

Dal 1.1.2018 è previsto un credito d’imposta pari al 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato in attività di formazione. Il credito d’imposta può essere utilizzato solo in compensazione e va indicato in dichiarazione dei redditi.

L’agevolazione si applica in relazione al costo aziendale del personale effettivamente impiegato nelle attività di formazione, non al costo della formazione, indipendentemente quindi dalla spesa che l’azienda sostiene per pagare chi fornisce la formazione.  Non sono invece incentivate le attività di formazione ordinaria o periodica organizzata dall’impresa per conformarsi alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, di protezione dell’ambiente e ad ogni altra normativa obbligatoria in materia di formazione. Il legislatore interviene direttamente sul costo del lavoro consentendo alle imprese di valorizzare il personale che ha molti anni di anzianità aziendale. Le spese di formazione sono incentivate solo se pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali.

La norma specifica con precisione quali sono gli ambiti di formazione incentivati, che devono riguardare le tecnologie previste dal Piano nazionale “Industria 4.0”: es. big data e analisi dei dati, cloud computing, cyber security, sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali.

Queste tecnologie devono essere applicate negli ambiti indicati nell’ Allegato “A” della Legge di Bilancio: vendita e marketing: acquisti, commercio al dettaglio e all’ingrosso, gestione magazzino, servizi ai consumatori, stoccaggio, tecniche di dimostrazione, marketing, ricerca di mercato; Informatica: analisi di sistemi informatici, elaborazione elettronica dei dati, formazione degli amministratori di rete, linguaggi di programmazione, progettazione di sistemi informatici, programmazione informatica, sistemi operativi, software per lo sviluppo e la gestione di beni strumentali incentivati con iper-ammortamento e software incentivati al 140%; Tecniche e tecnologie di produzione: fabbricazione di armi da fuoco, fabbricazione di utensili e stampi, fusione dei metalli e costruzione di stampi, idraulica, ingegneria meccanica e metallurgica, lavorazione della lamiera, meccanica di precisione, lavorazione a macchina dei metalli, saldatura, siderurgia, climatizzazione, distribuzione del gas, energia nucleare, idraulica e termica, ingegneria climatica, ingegneria elettrica, installazione e manutenzione di linee elettriche, installazioni elettriche, produzione di energia elettrica, riparazione di apparecchi elettrici, elettronica delle telecomunicazioni, ingegneria del controllo, ingegneria elettronica, installazione di apparecchiature di comunicazione, manutenzione di apparecchiature di comunicazione, manutenzione di apparecchiature elettroniche, robotica, sistemi di comunicazione, tecnologie delle telecomunicazioni, tecnologie di elaborazione dati, biotecnologie, conduzione di impianti e macchinari di trasformazione, ingegneria chimica, ingegneria chimica dei processi, Processi petroliferi, gas e petrolchimici, Tecniche di chimica dei processi, Tecniche di laboratorio (chimico), Tecnologie biochimiche, Cantieristica navale, Manutenzione e riparazione imbarcazioni, Ingegneria automobilistica, Ingegneria motociclistica, Manutenzione e riparazione di veicoli, Progettazione di aeromobili, Manutenzione di aeromobili, Agricoltura di precisione, Lavorazione degli alimenti, Conservazione degli alimenti, Produzione bevande, Lavorazione del tabacco, Scienza e tecnologie alimentari, Confezione di calzature, Filatura, Lavorazione del cuoio e delle pelli, Preparazione e filatura della lana, Produzione di capi di abbigliamento, Produzione di cuoio e pellami, Sartoria, Selleria, Tessitura industriale, Ceramica industriale, Ebanisteria, Fabbricazione di mobili, Falegnameria (non edile), Lavorazione della gomma, Lavorazione e curvatura del legno, Lavorazione industriale del vetro, Produzione della plastica, Produzione e lavorazione della carta, Produzione industriale di diamanti, Tecnologie del legno da costruzione, Estrazione di carbone, gas e petrolio, materie grezze, Ingegneria geotecnica, Ingegneria mineraria, Cartografia/agrimensura e rilievi, Progettazione delle strutture architettoniche, Progettazione e pianificazione urbana, Progettazione edilizia, costruzione di ponti e di strade, Edilizia, Impianti idraulici, riscaldamento e ventilazione, ingegneria edile, civile e portuale, tecnologie edili ed ingegneristiche (building information modlling).

Nuove risorse per i Progetti di Ricerca & Sviluppo (R&D)

Dal 8.1.2018 il Ministero per lo Sviluppo Economico è in grado di rifinanziare gli interventi in favore di progetti di R&D nel settore delle tecnologie dell’informazione, della comunicazione elettroniche e dell’industria sostenibile. Le risorse sono messe a disposizione delle imprese sotto forma di finanziamento agevolato con copertura di una percentuale nominale delle spese ammissibili non inferiore al 50% e non superiore al 60% (per le grandi imprese) e al 70% (per le piccole e medie imprese).

13.01.2018 CREDITO D’IMPOSTA PER GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI

L’agevolazione consiste in un contributo sotto forma di credito d’imposta, utilizzabile in compensazione tramite il modello F24, così caratterizzato:

  • è pari al 75% (aumentato al 90% per le microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative) dell’incremento degli investimenti pubblicitari, rispetto all’anno precedente, e a condizione che tale incremento sia almeno pari al 1%;

  • si applica agli investimenti effettuati sulla stampa, inclusa la versione online, su giornali ed emittenti editi da imprese titolari di testata iscritta presso il Tribunale (o presso il Registro degli operatori di comunicazione) e dotate della figura del direttore responsabile;

  • l’importo agevolabile è rappresentato dal costo di acquisto dello spazio pubblicitario al netto delle spese accessorie, dei costi di intermediazione, ed ogni altra spesa connessa o comunque funzionale all’investimento.

 

10.12.2017 Credito d’imposta per chi investe in pubblicità

Dal 2018 imprese e lavoratori autonomi (professionisti e non) che investono in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana o periodica, sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, sia analogiche che digitali, potranno godere del beneficio di un credito d’imposta. Il calcolo non è, come sempre, di facile e veloce predisposizione ma i dettagli tecnici saranno oggetto di un apposito decreto attuativo che stabilirà in modo puntuale gli investimenti che daranno accesso al beneficio (in sintesi, un credito fiscale da utilizzare in compensazione nel modello F24).

07.11.2017 Detrazione fiscale del 30% per gli investitori in Start Up innovative

Dal 2018 sono aumentati gli incentivi per i soci finanziatori di start up innovative, prevedendo la possibilità di beneficiare di un credito d’imposta pari al 30%:

  • per le persone fisiche, la detrazione (IRPEF) è pari al 30% della somma investita (nel capitale sociale) fino ad un massimo di 1 ML di euro, per ogni periodo d’imposta;

  • per le persone giuridiche, la detrazione (IRES) è pari al 30% della somma investita (nel capitale sociale) fino ad un massimo di 1,8 ML di euro, per ogni periodo d’imposta.

06.10.2017 Prorogato il termine per l’ iper-ammortamento ma non per il super-ammortamento

La possibilità di usufruire dell’IPER-ammortamento (250%) è stata prorogata fino al 30.09.2018, a condizione che entro la data del 31.12.2017 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisto. Gli investimenti agevolabili sono i beni materiali strumentali nuovi. Le spese di acquisizione dei beni si considerano sostenute, per i beni mobili, alla data di consegna o spedizione, ovvero, se diversa e successiva, alla data in cui si verifica l’effetto traslativo della proprietà. Per l’acquisizione di beni con contratti di leasing, rileva il momento in cui il bene viene consegnato, ossia entra nella disponibilità del locatario. Nel caso in cui il contratto di leasing preveda la clausola di prova a favore del locatario, ai fini dell’agevolazione diviene rilevante la dichiarazione di esito positivo del collaudo da parte dello stesso locatario.

La proroga al 30.09.2018 non riguarda il SUPER-ammortamento (140%), per il quale la data ultima per effettuare l’investimento rimane fissata al 30.06.2018.

03.09.2017 CONTRATTI DI SVILUPPO 

Anche i nuovi contratti di sviluppo, strumento destinato prevalentemente a grandi investimenti produttivi, sono stati rimodellati guardando al piano Industria 4.0. Infatti la riforma prevede forme speciali di Accordi - con corse di approvazione dei contratti più veloci e semplici - tra Ministero e Regioni per progetti di rilevanti dimensioni o con determinate caratteristiche, come appunto la presenza di investimenti funzionali alla digitalizzazione della produzione.

06.08.2017 START UP 

Salgono al 30% le detrazioni fiscali già in vigore per chi investe in startup e Pmi innovative, rispetto all’attuale 19%, per i soggetti Irpef, e 20%, per i soggetti Ires. Raddoppia il limite massimo di investimento su cui calcolare la detrazione d’imposta per i soggetti Irpef (1 milione di euro). 

11.07.2017 BONUS RICERCA (R&D)

Nella nuova versione il beneficio sale al 50% per qualsiasi tipologia di spesa (contro il 25% del 2016) e il tetto del credito d'imposta annuo per beneficiario sale da 5 a 20 milioni. Il credito sarà calcolato in percentuale delle spese incrementali rispetto alla media degli investimenti realizzati nel triennio 2012-2014. Il bonus si estende anche alla ricerca effettuata dalle imprese attraverso contratti con multinazionali. 

13.06.2017 IPER-AMMORTAMENTI 

Dal 2017 il super-ammortamento sale al 250% per i cd. “beni digitali”.I beni agevolabili sono divisi in quattro aree: beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati o sensori e azionamenti; sistemi per assicurare qualità e sostenibilità; dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro; beni immateriali connessi a investimenti in beni materiali.

09.05.2017 SUPER-AMMORTAMENTI 

Prorogato per un anno il superammortamento del 140%, fino al 31 dicembre 2017, con consegna possibile fino a giugno 2018 (con ordini accettati dal venditore entro il 2017 e acconto per almeno il 20% da versare nello stesso anno). Per quanto riguarda i veicoli e i mezzi di trasporto, nel 2017 il beneficio è riconosciuto solo a condizione che essi rivestano un utilizzo strumentale all’attività di impresa.

10.04.2017 SABATINI-BIS 

Ripartono le domande di accesso ai contributi del MISE a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature. Il contributo riduce del 2,75% annuo gli interessi sugli investimenti ordinari. Possibile accedere a un contributo maggiorato del 30% - quindi al 3,575% annuo - per gli investimenti in tecnologie digitali «4.0». Per quest’ultimo sarà però un provvedimento del direttore generale del Mise a definire termini e modalità di presentazione delle domande.

12.03.2017 Made in Italy

Rifinanziamento da parte del MISE del Piano per l’Internazionalizzazione del Made in Italy (110 milioni complessivi), volto ad ampliare il numero delle imprese che operano nel mercato globale, espandere le quote italiane del commercio internazionale, valorizzare l’immagine del Made in Italy nel mondo, sostenere le iniziative di attrazione degli investimenti esteri in Italia.

05.02.2017 E-commerce agroalimentare: dal 20 al 28 febbraio si potranno presentare le domande per credito d'imposta

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che, in attuazione del provvedimento Campolibero, dal 20 al 28 febbraio 2017 sarà possibile presentare le domande per l'attribuzione del credito di imposta per il commercio elettronico di prodotti agroalimentari.

Il credito d'imposta, fino 50 mila euro, è fissato al 40% dell'importo degli investimenti realizzati per l'avvio e lo sviluppo dell'e-commerce. 

Sono agevolabili tutte le spese sostenute per la realizzazione e l'ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate all'avvio e allo sviluppo del commercio elettronico. In particolare: dotazioni tecnologiche, software, progettazione e implementazione, sviluppo di database e sistemi di sicurezza.

28.12.2016 Iper-ammortamento e Super-ammortamento

Prorogato il superammortamento del 140% per gli investimenti in beni strumentali nuovi realizzati entro il 31.12.2017 o, a determinate condizioni, entro il 30.06.2018. Introdotto l’iperammortamento del 250% per l’acquisto di impianti e macchinari ad alto contenuto tecnologico, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale (Industria 4.0). Entrambi sono cumulabili con la possibilità di ottenere finanziamenti agevolati dalla cd. “Sabatini-ter”, prorogata fino al 31.12.2018.

14.12.2016 Credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo – R&D

Aumenta dal 25% al 50% il credito d’imposta per i soggetti che sostengono spese per attività di Ricerca e Sviluppo (R&S) ad esempio in personale qualificato, ammortamento di strumenti ed attrezzature di laboratorio e competenze tecniche. Devono essere state sostenute spese pari almeno a 30.000 euro.

28.11.2016 Start-up e PMI innovative: investimenti più convenienti

E’ stata innalzata dal 19% al 30% la deduzione/detrazione fiscale (Irpef/Ires) per chi investe in imprese ed attività a carattere “innovativo”. E’ stato innalzato anche l’investimento massimo agevolabile per i soggetti Irpef, portandolo ad euro 1 milione.

12.11.2016 Contributi da Fondi Europei HORIZON 2020

In data 8.11.2016 è stato pubblicato il bando della Commissione Europea collegato allo strumento di finanziamento europeo per PMI denominato “HORIZON 2020”, volto a finanziare progetti innovativi di edilizia sostenibile, sostenendo ed incentivando la realizzazione di soluzioni abitative ad alto impatto antisismico e risparmio energetico. Siamo a disposizione per la presentazione della domanda di partecipazione alla Commissione Europea e per la predisposizione del business plan (in lingua inglese).

28.10.2016 – Trasmissione telematica delle fatture 2017

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito i provvedimenti che disciplinano le modalità di trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute dal 2017. Tale opzione va esercitata entro il 31.12.2016, ha effetto per cinque anni e va vista come un’opportunità per imprese e professionisti volta a diffondere ed incentivare l’utilizzo della fatturazione elettronica, prima solo (per obbligo) verso la PA, ora anche (su base volontaria) nelle operazioni B2B.

28.10.2016 – Trasmissione telematica dei corrispettivi dal 2017

Con apposito Provvedimento l’Agenzia delle Entrate da attuazione alle specifiche tecniche degli strumenti necessari ai fini della memorizzazione e dell’invio telematico dei dati contenuti negli scontrini relativi ai corrispettivi giornalieri dal 01.01.2017. A partire da tale data, soprattutto i commercianti al minuto potranno inviare telematicamente tali dati all’Agenzia delle Entrate, venendo meno per gli stessi l’obbligo emettere e registrare gli scontrini. Per l’invio di tali informazioni, gli esercenti dovranno dotarsi di un apposito “Registratore telematico”. Il nuovo strumento agevolerà pertanto i contribuenti che non dovranno più registrare i corrispettivi. Tale opzione va esercitata telematicamente entro il 31.12.2016.

21.10.2016 – Detrazioni fiscali più elevate per le somme in Start Up

Il disegno di legge al bilancio 2017 eleva al 30% l’ammontare della detrazione fiscale che si può beneficiare sulle somme investite nel capitale delle Start Up, elevando altresì ad un milione di euro il tetto su cui calcolare tale detrazione.

20.10.2016 – Nuove risorse finanziarie per le Start Up Innovative

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 246 del 20 ottobre 2016, il decreto del 9 agosto 2016 del MISE, che prevede l’assegnazione di risorse finanziarie agli interventi “Smart & Start Italia” per la nascita e lo sviluppo di start-up innovative.

Il bando Smart and Start è un regime di aiuto ad hoc, varato dal Ministero dello Sviluppo Economico, a sostegno dell’avvio e dello sviluppo di start-up innovative. L’intervento è riservato alle start-up innovative di piccola dimensione iscritte nella apposita sezione del Registro delle imprese e alle persone fisiche.

Verranno finanziati i progetti con spese tra 100.000 euro e 1,5milioni di euro per beni di investimento e/o per costi di gestione.

19.09.2016 – Riduzioni fiscali per le Start Up in Vietnam

Il governo vietnamita, con un Comunicato del 19.10.2016, ha stabilito di ridurre l’aliquota fiscale prevista (corporate income tax rate) per le SMEs (small and medium-sized enterprises) e le Start Ups, dall’attuale 20% al 17%, nel periodo dal 2017 al 2020.

16.10.2016 – Ammortamenti superagevolati per chi investe nell’acquisto di beni digitali

Il disegno di legge al bilancio 2017 introduce un superammortamento pari al 250% del costo di acquisto in beni cd. “digitali”, ovvero beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale in chiave “Industria 4.0” (es. beni materiali, software, cespiti interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o della rete di fornitura, ecc). Tali investimenti devono essere sostenuti entro il 31.12.2017 e, a determinate condizioni, per certi beni strumentali anche entro il 30.06.2018.

 

10.10.2016 – Semplificazioni ed agevolazioni fiscali per imprese e professionisti dal 01.01.2017

La Legge di Stabilità 2017 ha introdotto, a partire dal 01.01.2017, numerose semplificazioni ed opportunità contabili e fiscali per quelle imprese e professionisti che sceglieranno di utilizzare la fatturazione elettronica volontaria anche nel B2B. Evidenti i positivi riscontri sul lato della riduzione degli adempimenti fiscali, contabili e della burocrazia:

  • esonero dalla presentazione dei modelli Intrastat per acquisti/vendite nella UE;

  • esonero dall’obbligo di presentare lo Spesometro (Elenco clienti e fornitori);

  • rimborsi IVA più veloci, entro 3 mesi;

  • esonero dalla comunicazione degli acquisti effettuati da San Marino;

  • esonero dalle comunicazioni per acquisti da Paesi black-list;

  • esonero dall’obbligo di registrazione negli appositi registri delle fatture di vendita e di acquisto;

  • esonero dal visto di conformità sui crediti Iva, Ires, Irap, Irpef;

  • termini per i controlli fiscali, verifiche ed accertamenti ridotti di un anno.

 

03.10.2016 – Aiuti ai giovani imprenditori 2017

Incentivi ed aiuti dedicati ai giovani imprenditori under 35, under 29 e per le donne di tutte le età, sono stati stanziati dal Progetto Autoimprenditorialità Garanzia Giovani e da Invitalia, nel limite dei fondi stanziati. Tali aiuti consistono nel sostenere le nuove iniziative imprenditoriali e professionali “a tasso zero”, fornendo servizi di formazione e di supporto in particolare nell’accompagnamento in fase di Start Up e di realizzazione dell’idea di impresa.

 

20.09.2016 – E’ la Scandinavia il “paradiso” delle scaleup (le Start Up che ce la fanno)

Numeri doppi per la Scandinavia quando si parla di startup rispetto alla media di paesi come UK, Germania … e Italia. Il Nord Europa ha destinato a loro lo 0,5% del suo PIL, contro lo 0,42 dell’Inghilterra. In questa parte dell’Europa si registrano circa 1,6 scaleup ogni 100.000 abitanti, ovvero 2,5 volte quelle presenti nel Regno Unito. Sono probabilmente gli investitori a fare la differenza. Solo nel 2015 le scaleup scandinave hanno raccolto 6,5 ML di $, di cui l’84% sono arrivati da fondi di venture capitale specializzati nel finanziamento alle start up, mentre il resto è stato raccolto attingendo dal mercato azionario.  [Fonte: Start Up Magazine / Europe Partnership]

 

15.09.2016 – Piattaforma online di dati soggetta all’IVA

Una piattaforma online di dati situata in negli Stati Uniti è soggetta all’Iva in Germania se fornisce servizi elettronici (@commerce diretto) a consumatori (utenti) in Germania. [sentenza del Bundesfinanzhof - German Federal Supreme Finance Court ]

14.09.2016 – In vigore da oggi il “domicilio digitale” per i cittadini

E’ in vigore da oggi il nuovo CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale – D.Lgs. n. 179/2016 pubblicato nella G.U. di ieri). Tra le novità più rilevanti, si evidenzia il concetto di domicilio e identità digitale. La digitalizzazione dei rapporti tra amministrazioni (PA) e cittadini parte innanzitutto proprio dal concetto di “domicilio digitale”, e comporterà per la per pubblica amministrazione uno storico obbligo di adeguamento dei propri sistemi di gestione informatica dei documenti e dei rapporti con gli utenti. Il CAD riconosce ai cittadini la possibilità di indicare al proprio Comune di residenza un domicilio “digitale”, quale mezzo esclusivo di comunicazione da parte delle PA, utilizzando come strumenti 1) un proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) e 2) la firma digitale, come già in uso per le imprese ed i professionisti.

 

03.09.2016 – Belgio: incentivi fiscali per Start Ups e loro investitori

Il governo belga ha strutturato un sistema di incentivi (“Tax Shelter for Start-Ups”) molto interessanti rivolto ad attrarre imprese innovative nazionali ed estere (ed i loro investitori), mediante agevolazioni fiscali legate alle acquisizioni nel capitale sociale di nuova emissione da parte delle start up, all’esenzione dalle ritenute fiscali sugli interessi pagati per contrarre prestiti e finanziamenti rivolti alla sottoscrizione di tali capitali  [Program Law of 10 August 2015, Belgiam Official Gazette 18 August 2015 ]

 

30.07.2016 – Israele: novità nella tassazione delle attività online di imprese estere

La Circolare Ministeriale n. 04/2016 chiarisce quando e come le attività online svolte da operatori stranieri in Israele  devono essere tassate in tale Stato. E’ la prima volta che un’autorità fiscale nazionale pubblica delle linee guida su questo tema, condividendola con i contribuenti (operatori/investitori) nazionali ed esteri.

 

14.07.2016 – Russia: novità per l’IVA sui servizi elettronici

La Russia ha recentemente introdotto numerose novità sul proprio Codice Tributario, anche e soprattutto con riferimento all’applicazione dell’Iva nei servizi legati all’@commerce. Per questi ultimi, a partire dal 01.01.2017, la Federal Law 244-FZimpone l’Iva sui servizi forniti elettronicamente da società non residenti a favore di utenti residenti in nel territorio russo. Tali servizi vengono considerati erogati nello Stato (territorio) in cui vengono acquistati dagli utenti/clienti (Russia), e conseguentemente soggetti all’aliquota Iva del 15,25%. L’operatore straniero dovrà quindi registrarsi ai fini Iva in Russia. Particolare attenzione deve essere posta al concetto di “servizio elettronico”, in quanto la Federal Law elenca quali servizi vanno considerati elettronici e quali invece vengono considerate invece vendite indirette di beni (commercio elettronico indiretto).

 

05.07.2016 – Gibilterra: la manovra di bilancio prevede incentivi per le Start-Ups

Il progetto di bilancio previsto dal primo ministro di Gibilterra prevede uno schema di incentivi fiscali rivolto ad attrarre le start ups europee che vorranno costituirsi nel proprio territorio dal 05.07.2016 al 30.06.2017, impiegando almeno 5 dipendenti nel primo anno. Alle stesse verrà riconosciuto un credito fiscale di euro 64,800 $ per ciascuno dei primi tre anni di vita delle nuove attività. Il progetto vuole coinvolgere in particolare le imprese legate ai servizi di telecomunicazione, garantendo alle stesso un abbattimento dell’aliquota fiscale sui profitti al 10% (contro l’attuale aliquota del 20%).

 

  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

© 2016 by Studio Digital S.r.l. 05014250285 - LunardiLAB 

Start Up Innovativa iscritta nella Sezione Speciale del Registro delle Imprese di Padova

Innovative Start Up company enrolled at the Special Register of the Chamber of Commerce of Padova